About me

Lazy boy

Ho iniziato a fotografare da bambino con delle compatte scrause a pellicola, poi un lungo black-out: ero giovane, il tempo correva e mi sembrava assurdo congelarlo dentro a dei fotogrammi (vallo a dire oggi agli influencer).
Nel 2000 ero in trasferta in Corea del Sud: mi scadeva il visto e passai un weekend a Hong Kong per poterlo rinnovare. Triste, solitario y annichilito dall’umidità tropicale, decisi di comprare una delle prime fotocamere digitali: una scatoletta di metallo Sanyo – ma non facevano condizionatori? – con una risoluzione che ormai neanche la fotocamera da selfie del peggiore smartphone sul mercato. La pagai pure uno sproposito. In compenso la usai con soddisfazione e qualche anno più tardi, prima di un altro viaggio, questa volta di piacere in Madagascar, la cambiai con un’altra compatta più recente.
Con la nascita di mia figlia comprai finalmente una reflex e decisi di dedicarmi a qualcosa che mi aveva sempre attirato, ma per mancanza di tempo e atavica indolenza avevo sempre trascurato.
La prima fase fu quella da “dummy”: ore sui forum, manuali di tecnica, corsi e workshop, una bulimica compravendita di zoom, filtri e cavalletti, i terribili HDR, l’account sul quasi “fu” Flickr.
Passai dunque alla fase “illuminato”: utilizzo talebano di obiettivi a focale fissa, post-produzione giusto per convertire in B&W, stop ai manuali di arida tecnica: solo libri, mostre e documentari sui grandi Maestri della Fotografia, utilizzo misto digitale e pellicola (che poi tanto si scannerizza la pellicola e ritorna digitale).
E ora? Penso di aver ormai raggiunto una sorta di equilibrio – sarà la pace dei sensi tipica della senilità? – col quale arriva la consapevolezza di volere solo comunicare e raccontare, ancora prima che stupire. Senza trucchi da quattro soldi (cit.).


Alcune foto non sono fotografie. Sono immagini con una faccia sopra. Non sono foto cattive, anzi sono molto carine, ma le buone fotografie sono quelle che mostrano ciò che nessuno di solito vede o vuol vedere..”

Elliott Erwitt

%d bloggers like this: